il Museo Virtuale del Fiordo - il borgo dei pescatori


Il Borgo dei pescatori e' visibile dal ponte dell'amalfitana, incastrato nella parete rocciosa di sinistra. E' costituito da semplici casette mono o bivani.

borgo: restituzione in VR

Dal punto di vista architettonico, le unita' tipologiche sono costituite da un vano a pianta quadrangolare, coperto da una volta a botte ribassata che viene lasciata in vista verso l'esterno. L'accesso al piccolo borgo avviene mediante scalinatelle ripide che si collegano ai percorsi pedonali che dal Fiordo portano fino ad Agerola.

Questi percorsi in salita, a scale, si spingono fino ad Agerola, 600 metri piu' in alto, superando questo dislivello con un numero altissimo di gradini (circa 3000). Ancora agli inizi del 900 questa erano l'unica strada di collegamento tra il Fiordo e Agerola. I sacchi di farina provenienti dal Mulino erano trasportati a spalla da uomini e donne. Agli uomini erano destinati pesi di 100 chili per salita e alle donne di 50 chili. in un'intera giornata di lavoro erano possibile, al piu', effettuare otto viaggi per persona. Il ricavato corrispondeva alla pura sopravvivenza personale della giornata.

borgo:restituzione in VR

Il significato di questo salire, interpretato quasi in senso metafisico di fatica assoluta e solitaria, e' magistralmente rappresentato nel secondo episodio del film Amore, girato da Roberto Rossellini nel 1948, ambientato in parte nel Fiordo ed interpretato da Anna Magnani. La Magnani compro', in quell'occasione, una piccola casa nel Borgo che chiamo', non senza autoironia, "casa della storta". Gli abitanti di Furore hanno ricordato questa circostanza culturale accaduta in questi luoghi dedicando ai due grandi del cinema italiano due stradine del Borgo dei pescatori.Christian Louboutin Pas Cher Christian Louboutin Shoes Louis Vuitton Pas Cher

borgo:restituzione in VR